La carta adesiva nasce in America negli anni 80 e da allora il suo utilizzo è andato via via espandendosi sempre di più in diversi settori. Al principio veniva utilizzata semplicemente come una sorta di segnalibro (come i moderni post-it) ma andando avanti il suo uso è diventato fondamentale per etichettare prodotti alimentari, buste, realizzare block notes e altri oggetti da ufficio. La caratteristica della colla a base d’acqua fa sì che attaccando e staccando la carta non restino residui sulle superfici.

Ovviamente ogni carta adesiva ha il suo grado di colla a seconda della sua destinazione d’uso. Alcune sono più resistenti, come per esempio quelle che servono per etichettare i barattoli in vetro o i giocattoli, altre invece sono più delicate, come per esempio le etichette pretagliate per le buste commerciali, o i post-it. Sul mercato esistono diverse tipologie di carta adesiva confezionata in risme di diversa grammatura e con trattamenti differenti: lucida, opaca, semilucida, idrorepellente, vergata, ecc…

Alcune risme sono già pretagliate, per cui è sufficiente impostare la stampa in modo che sia centrata rispetto al taglio preconfezionato. Nel caso di fogli di carta adesiva liscia invece, il taglio va sempre effettuato dopo aver stampato l’immagine o la scritta desiderata, in modo da non intralciare la stampa. Una volta si usava una colla a base solvente, ma oggi si tende a utilizzare una emulsione acquosa che non costituisca un rischio per i prodotti alimentari e i giochi per bambini. La durata di un prodotto autoadesivo dipende molto dallo stoccaggio in magazzino (per esempio se l’ambiente è umido o meno) ma in assenza di condizioni ambientali particolari, la durata media di una carta adesiva è di circa 18 mesi. Nel nostro catalogo puoi trovare diverse risme di carta adesiva adatta a tutte le esigenze di stampa, scopri i nostri prodotti qui!