La carta adesiva, soprattutto quella applicata su barattoli in vetro o plastica, può rivelarsi ardua da rimuovere. Un’ applicazione storta, una stampa non proprio perfetta, un cambio di packaging, i motivi per rimuovere un’etichetta possono essere i più svariati, ma potremmo scoprire che togliere la colla dalle superfici non sia così semplice.

La resistenza della carta adesiva infatti molto dipende dal tipo di colla utilizzata e dal supporto sui cui viene posta. Il vetro per esempio garantisce un’aderenza ancora più elevata rispetto ad altri tipi di materiale, magari più poroso. Strappare l’etichetta con le unghie non sempre si rivela efficace: se l’autoadesivo è permanente infatti, rischieremmo di strappare la carta e lasciarne dei pezzi ancora attaccati all’oggetto.

Per rimuovere efficacemente la carta adesiva da oggetti e superfici, si possono utilizzare alcuni accorgimenti.

Inzuppare l’etichetta: quando non è possibile immergere il prodotto direttamente in acqua, possiamo utilizzare un panno umido e tentare di impregnare solo la carta. In questo modo la rimozione manuale dovrebbe essere facilitata. Quando invece è possibile bagnare il supporto, come ad esempio un barattolo, possiamo immergerlo in una bacinella piena di acqua calda e sapone. Un breve lavaggio porterà via non solo l’etichetta ma anche la colla più resistente. Infine, l’ultimo metodo casalingo per la rimozione è quello del calore: si può scaldare la colla dell’adesivo con un phon, puntandolo a pochi cm di distanza. Questa modalità potrebbe comunque lasciare ancora della colla sulla superficie, per rimuoverla possiamo aiutarci con un pezzo di stoffa imbevuto in olio di semi. I solventi per unghie o quelli fai da te costituiti da olio e aceto scaldati in un pentolino, sono altre ottime alternative per la rimozione della carta adesiva.

Scopri tutte le risme per creare i tuoi packaging in questa categoria sul nostro shop!